Image

Pianeti Diversi : Servizi in Essere

COMUNITÀ ALLOGGIO “ANGELI CUSTODI” GRAGNANO
La comunità è una struttura socio- assistenziale residenziale che ospita minori con problematiche diverse, situata in via Castellammare n. 50, a Gragnano (NA).
Nella struttura vengono svolte diverse attività in base alle fasce di età.
Per i più piccoli sono previste attività ludiche, tra le quali attività pittoriche , di manipolazione e di movimento, componenti essenziali per un cammino evolutivo utile per la vita sociale.
Gli adolescenti ,inoltre, svolgono attività didattiche ed interventi improntati a modelli di comportamento adeguati in previsione del rientro nella famiglia di origine.
L’equipe della comunità è composta da n. 1 responsabile di struttura, da n. 4 educatori professionali, n. 3 operatori sociali e n. 2 volontari, e può contare sulla supervisione di uno psicologo-psicoterapeuta che collabora con il gruppo degli operatori.
Il Servizio accoglie anche minori immigrati provenienti dall’Emergenza Nord-Africa e minori che necessitano di intraprendere un percorso educativo alternativo alla detenzione in carceri minorili.

COMUNITÀ ALLOGGIO “ANGELI & CUSTODI” GRAGNANO
La comunità è una struttura socio- assistenziale residenziale che ospita minori con problematiche diverse, situata in via Mandrio n. 9, a Gragnano (NA).
Nella struttura vengono svolte diverse attività in base alle fasce di età.
Per i più piccoli sono previste attività ludiche, tra le quali attività pittoriche , di manipolazione e di movimento, componenti essenziali per un cammino evolutivo utile per la vita sociale.
Gli adolescenti ,inoltre,svolgono attività didattiche ed interventi improntati a modelli di comportamento adeguati in previsione del rientro nella famiglia di origine.
L’equipe della comunità è composta da n. 1 responsabile di struttura, da n. 4 educatori professionali, n. 3 operatori sociali e n. 2 volontari, e può contare sulla supervisione di uno psicologo-psicoterapeuta che collabora con il gruppo degli operatori
Il Servizio accoglie anche minori immigrati provenienti dall’Emergenza Nord-Africa e minori che necessitano di intraprendere un percorso educativo alternativo alla detenzione in carceri minorili.

COMUNITÀ ALLOGGIO “ANGELI CUSTODI” POMPEI
La comunità è una struttura socio- assistenziale residenziale che ospita minori con problematiche diverse, situata in via Nolana traversa Tirone n.335, a Pompei (NA).
Nella struttura vengono svolte diverse attività in base alle fasce di età.
Per i più piccoli sono previste attività ludiche, tra le quali attività pittoriche , di manipolazione e di movimento, componenti essenziali per un cammino evolutivo utile per la vita sociale.
Gli adolescenti ,inoltre,svolgono attività didattiche ed interventi improntati a modelli di comportamento adeguati in previsione del rientro nella famiglia di origine.
L’equipe della comunità è composta da n. 1 responsabile di struttura, da n. 4 educatori professionali, n. 3 operatori sociali e n. 2 volontari, e può contare sulla supervisione di uno psicologo-psicoterapeuta che collabora con il gruppo degli operatori.
Il Servizio accoglie anche minori immigrati provenienti dall’Emergenza Nord-Africa e minori che necessitano di intraprendere un percorso educativo alternativo alla detenzione in carceri minorili.

PORTA UNICA DI ACCESSO – COMUNE DI TRANI
Il Servizio di Porta Unica d’Accesso costituisce una funzione di integrazione degli accessi al sistema locale dei servizi sociali e socio-sanitari.
Esso rappresenta una garanzia di realizzazione di un sistema unitario ed integrato di accoglienza e decodifica delle domande, il c.d. Welfare d’Accesso che soddisfi il bisogno del cittadino di avere informazioni immediate ogni volta che ve ne sia necessità.
Le sue principali attività sono:
• Mediazione linguistica e culturale per decodificare i bisogni e fornire le risposte adeguate;
• Accoglienza ed orientamento dell’utenza;
• Informazioni sulle procedure di accesso ai servizi;
• Accompagnamento e facilitazione nella fruizione dei servizi e nell’accesso alle cure;
• Tutela di fasce di utenza più vulnerabili come le donne in stato di gravidanza;
• Affiancamento agli operatori dei consultori famigliari nella realizzazione di servizi rivolti alle donne e alle loro famiglie.
• Partecipazione a momenti di raccordo fra i diversi servizi sociali e sanitari che si attivano per risolvere i problemi dell’utenza.
Inoltre lo sportello svolge funzioni di monitoraggio e osservazioni dei bisogni, delle condizioni di vita e del rispetto dei diritti dei cittadini.
L’equipe professionale è composta da n. 2 assistenti sociali e n. 2 impiegati amministrativi.

SPORTELLO IMMIGRATI – COMUNE DI TRANI
Lo Sportello per l’integrazione sociosanitaria e culturale della popolazione immigrata, è un servizio il cui scopo è quello di promuovere una cultura attenta ai differenti popoli che vivono nell’Ambito Territoriale Trani- Bisceglie, favorendone una migliore integrazione nelle realtà cittadine.
Le sue principali attività sono:
• mediazione linguistica e culturale volta alla facilitazione della comunicazione per la corretta decodifica dei bisogni e la predisposizione di risposte adeguate;
• accoglienza e orientamento dell’utenza straniera;
• informazione sulle procedure di accesso ai servizi;
• accompagnamento e facilitazione nella fruizione dei servizi e nell’accesso alle cure;
• progetti di intervento individualizzati;
• individuazione e promozione di buon pratiche volte alla semplificazione delle procedure di accesso alle cure per l’utenza in possesso dei codici STP e ENI, per tutti i servizi assicurati dalla normativa regionale (L. R. 4/12/2009 n°32) a tutela della salute e del benessere delle donne, dei minori e delle famiglie straniere, anche mediante percorsi condivisi di formazione;
• tutela di fasce d’utenza più vulnerabili come le donne in stato di gravidanza;
• affiancamento agli operatori dei consultori famigliari nella realizzazione di servizi rivolti alle donne straniere ed alle loro famiglie;
• partecipazione a momenti di raccordo fra i diversi servizi sociali e sanitari che si attivano per la soluzione di specifiche problematiche presentate dall’utenza;
• insegnamento della lingua italiana come lingua seconda.

Inoltre lo Sportello svolge funzione di monitoraggio e osservazione dei bisogni, delle condizioni di vita e del rispetto dei diritti delle persone immigrate.
Per il corretto funzionamento dello Sportello sono state inserite le figure professionali della mediatrice culturale di nazionalità italiana e della psicologa, con conoscenze e competenze adeguate a rispettare le specificità culturali, etniche e religiose dei fruitori del servizio, nonché a svolgere le specifiche attività programmate.
L’equipe professionale è composta da n. 1 mediatore culturale e n. 1 psicologa.

ASILI NIDO COMUNALI “STELLA MARIS” E “SAN PAOLO” – COMUNE DI VASTO
Servizi di assistenza didattica, ludica, ricreativa e servizi ausiliari per n. 80 bambini da 3 a 36 mesi, presso gli asili nido comunali:
• “Stella Maris”, sito in Viale Dalmazia a Vasto Marina (CH)
• “San Paolo”, sito in Via Alcide De Gasperi a Vasto (CH).
La gestione dei servizi prevede:
• la realizzazione del progetto educativo, organizzativo e pedagogico, elaborato dal personale comunale per le due distinte strutture, il lavoro di cura ed educazione dei bambini e il rapporto con le famiglie (educatore asilo nido)

• di custodia, pulizie e riordino e manutenzione ordinaria dell’ambiente oltre che di supporto al personale educativo nelle situazioni di routine (operatore),

• la realizzazione del servizio di cucina.
Le equipe degli Asili nido sono composte da n. 6 assistenti all’infanzia e n. 4 inservienti per ciascuna struttura, oltre al personale impiegato dal Comune di Vasto.

ASSISTENZA SCOLASTICA E SPECIALISTICA – COMUNE DI VASTO
Il Servizio di assistenza scolastica specialistica è realizzato a favore degli alunni disabili frequentanti le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado, nonché le scuole secondarie di secondo grado residenti nel Comune di Vasto. L’attività in oggetto va ad integrazione e non in sostituzione delle attività assistenziali di base ed educative-didattiche di competenza dell’istituzione scolastica.
Si realizzano, inoltre, servizi educativi di pre e post scuola che prevedono attività educative-ricreative realizzate prima e dopo il tempo scolastico, per rispondere alle esigenze delle famiglie con genitori che lavorano e semplicemente per libera scelta educativa dei genitori. L’equipe è composta da n. 1 coordinatore con qualifica di educatore professionale e da n. 20 operatori socio-assistenziali (OSA) debitamente qualificati e formati.

AMBITO TERRITORIALE N6 DI CASORIA, “SUPPORTO AI SERVIZI SOCIALI E SEGRETARIATO SOCIALE”
L’equipe è composta da n. 6 assistenti sociali che collaborano con il Servizio Sociale Territoriale dell’Ambito Sociale N6 di Casoria. Il servizio consiste nell’affiancamento agli assistenti sociali dei Comuni dell’Ambito di riferimento. In particolare, le assistenti sociali si occupano di:
– Gestire i rapporti con Procura e Tribunale per i minorenni
– Seguire i percorsi delle adozioni
– Curare i casi Affido familiare
– Monitorare l’affido ai Servizi Sociali Territoriali;
– Farsi carico di casi di minori soggetti a provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria
– Seguire le richieste di tutela di interdetti
– Presa in carico di soggetti fragili sia nell’ordinario che nell’emergenza/urgenza quali disabili, anziani (Ricoveri presso Case di Riposo – Assistenze Domiciliari),inadempienza scolastica rapporti scuola/agenzie del territorio, scuola/famiglia.

COMUNE DI CASORIA, “SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE”
L’equipe è composta da n. 6 assistenti sociali che collaborano con il Servizio Sociale del Comune di Casoria. Il servizio consiste nell’affiancamento agli assistenti sociali del Comune di riferimento. Il “ Servizio Sociale Professionale” è finalizzato ad assicurare prestazioni necessarie a ridurre e/o eliminare le situazioni di disagio ed attivare percorsi integrati di inclusione sociale. Svolge funzioni di natura preventiva, promozionale, curativa, ripartiva, organizzativa e gestionale, nonché di programmazione, ricerca e monitoraggio dei servizi e degli interventi.
1) Presa in carico di soggetti fragili sia nell’ordinario che nell’emergenza/urgenza quali disabili, anziani, minori e famiglie, rapporti scuola/agenzie del territorio, scuola/famiglia.
2) Gestione rapporti con Procura e Tribunale Civile Tribunale per i Minorenni- adozioni – affido familiare – affido ai Servizi Sociali – minori soggetti ai provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria – udienze – richieste di tutele – interdetti-
3)Attività di mediazione familiare – sostegno psicologico – attivazione di percorsi integrati di inclusione sociale riduzione e/o eliminazione del disagio sociale

AMBITO SOCIALE TERRITORIALE DI MARTANO, “SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE – SEGRETARIATO SOCIALE E PRONTO INTERVENTO SOCIALE”
L’equipe è composta da n. 6 assistenti sociali che collaborano con il Servizio Sociale dei Comuni dell’Ambito di Martano della Provincia di Lecce.
Il Servizio Sociale professionale si propone di offrire la lettura e la decodificazione della domanda sociale, la presa in carico della persona, della famiglia e/o del gruppo sociale, la predisposizione di progetti personalizzati, l’attivazione e integrazione dei servizi e delle risorse in rete, l’accompagnamento e l’aiuto nel processo di promozione ed emancipazione. Tali servizi saranno contraddistinti per la gratuità nei confronti dei cittadini-utenti residenti nei Comuni dell’Ambito di Martano.
Il Servizio di Pronto Intervento Sociale, invece, è un servizio preposto al trattamento delle emergenze/urgenze sociali, attivo nelle ore e nei giorni di scopertura del servizio sociale professionale. È rivolto a persone in condizioni di imprevista necessità assistenziale e si propone di offrire risposte concrete a situazioni impreviste ed imprevedibili, garantendo interventi sociali urgenti. Gli obiettivi del servizio sono i seguenti:
□ Offrire una risposta concreta a situazioni impreviste ed imprevedibili;
□ Garantire la reperibilità telefonica ed un tempestivo intervento negli orari di chiusura dei Servizi Sociali territoriali;
□ Attivare programmi di intervento individualizzati a breve termine per la soluzione dell’emergenza.
Il servizio ha previsto l’attivazione di un numero telefonico, fornito esclusivamente alle persone che possono attivare il servizio e ai responsabili del S. S. P. (Forze dell’Ordine; Sindaco e Ass.re; Dirigente di Settore). L’Operatore telefonico addetto ha il compito di :
– individuare la situazione di emergenza;
– compilare la scheda di rilevazione, cercando di ottenere il maggior numero di informazioni possibili, al fine di predisporre l’intervento appropriato;
– attivare l’associazione di protezione civile e l’assistente sociale reperibile.

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (ADE) RIVOLTO ALLA POPOLAZIONE DELLE CITTÀ DI TRANI E BISCEGLIE COSTITUITE IN AMBITO TERRITORIALE SOCIALE

Il Servizio di Assistenza Educativa Domiciliare è finalizzato a salvaguardare il minore ed il suo nucleo familiare, delle città di Trani e Bisceglie, nei periodi di maggiore bisogno nonché a sostenere le figure genitoriali nelle loro responsabilità familiari con particolare attenzione ai nuclei a rischio di disagio. Il Servizio è rivolto a nuclei familiari con minori, agli adolescenti e giovani a rischio di disagio o con problematiche di devianza.
Il Servizio di Assistenza Educativa Domiciliare si pone come obiettivo principale quello di contrastare l’istituzionalizzazione e l’emarginazione dei minori in situazioni di disagio sociale, o di devianza salvaguardando il ripristino di ruoli sociali significativi e favorendone la crescita armonica mediante una ottimale vita di relazione e attraverso la messa in atto di una serie di prestazioni di aiuto.
Il Servizio opera a domicilio per la tutela del minore supportando il nucleo familiare dello stesso e stimolandone la partecipazione e la collaborazione, per la ricerca delle soluzioni più idonee. Gli interventi, predisposti sono rivolti a contrastare situazioni di isolamento, di insufficienti risorse e/o carenze di contesto familiare educativo e sociale. Tali interventi sono indirizzati a favorire un corretto processo educativo nell’età evolutiva della persona il recupero delle potenzialità e delle risorse del minore e della famiglia, un adeguato orientamento e valutazione delle competenze del minore e del suo nucleo familiare, il mantenimento della coesione e dell’unità familiare, anche in presenza temporanea di particolari problematicità.
Il servizio è in primo luogo di prevenzione del disagio e della cronicizzazione dei comportamenti carenti o, dal punto di vista educativo, chiaramente disfunzionanti ed è volto ad incrementare il livello di collaborazione e di partecipazione delle famiglie alle decisioni che le riguardano, riducendo i rischi di conflittualità e di ricorso all’Autorità Giudiziaria. Per i nuclei per i quali è stato disposto l’allontanamento dei figli il servizio mira a consentire il loro rientro nel nucleo di origine. Il servizio opera altresì nella gestione dei disturbi psichici dell’età evolutiva a sostegno del minore e della famiglia. Interviene in un ottica di prevenzione su fenomeni quali la dispersione scolastica ed il conflitto genitori – figli.
L’equipe è formata da n. 1 coordinatrice, n. 1 psicologa e n. 7 educatori.